facebook
twitter
gplus
linkedin
youtube
flickr
big_bannerpassxsito

MENU' VELOCE DELLE PAGINE

PIU' VISITATE

new34yjz3h3

CERCA NEL SITO

31 gennaio 2017

INSERISCI LA TUA E-MAIL E

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER:

page_rrto
PASSOSCURO R-ESISTE LEGGE E ASCOLTA:
03/02/2018, 12:00



Il-Rio-Tre-Denari-ritrova-la-sua-strada-verso-il-mare


 Il corso d’acqua ricrea in modo naturale la sua foce, adesso rimangono da risolvere tutti gli altri problemi.



Alla luce della nostra ignoranza, già citata nel precedente post, è "corsa in aiuto" più di una persona competente per tranquillizzare noi (e non solo) sull’ostruzione della foce del Rio Tre Denari. 
Citando testualmente le parole dell’amico naturalista Riccardo Di Giuseppe, la situazione "sembra tipica della dinamica costiera: un inverno siccitoso, poca energia del corso d’acqua e chiusura della foce con creazione di laguna salmastra. L’acqua ha memoria e sicuramente e in modo del tutto naturale si creerà di nuovo la foce. Comunque è un ambiente estremamente dinamico, dominato dall’energia del mondo marino e terrestre..."

Tutti d’accordo però sul fatto che a dominare certi ambienti, oggi, è spesso anche l’impatto dell’uomo, e che la foce del Rio Tre Denari e la "Spiaggia della Dolce Vita" versino in una condizione indegna di un’area naturalistica di pregio. Quando abbiamo fotografato per la prima volta il lago salmastro alimentato dal corso d’acqua, eravamo andati in realtà a "controllare" lo stato del luogo. Articoli come quello dell’anno scorso (QUESTO), ingiusto e pieno di inesattezze, diventerebbero però più facilmente confutabili se la tutela e il controllo di un’area di riserva fossero più costanti, e se gli enti competenti vigilassero sullo stato di salute dei corsi d’acqua. Al momento l’area è piena zeppa di rifiuti grandi e piccoli, purtroppo non solo quelli plastici portati dalle mareggiate, ma anche quelli rimasti qui dall’estate scorsa e mai bonificati, ridotti ormai a brandelli dalle intemperie e dagli animali.




Invitiamo anche le autorità competenti a sollecitare i proprietari dell’area dei meravigliosi tumuleti di Bocca di Leone, perché bonifichino le aree di loro pertinenza dagli immondi resti dei bivacchi estivi e ripristinino la recinzione, ormai ampiamente divelta, garantendone nel tempo la manutenzione e relativa vigilanza.





Abbiamo domandato agli amici di Visit Fiumicino di preparare il "pannellino turistico" del progetto Open Museum (leggi) anche per quest’area, e abbiamo chiesto a Dolcespiaggia, che da anni si preoccupa della tutela di quest’area,  di collaborare a testo e registrazione della guida. 

Il posto è bellissimo e prezioso, è veramente un colpo al cuore vederlo ridotto così per la maggior parte dell’anno.



31/01/2018, 21:36



E’-sparito-il-fiumicello-invalicabile


 La foce del Rio Tre Denari risulta completamente ostruita e il fosso non sfocia più a mare.



Già da qualche anno il Rio Tre Denari non sfociava a mare in modo dritto, lineare e naturale, così come in passato e così come doveva essere quando Federico Fellini scelse lo sbocco a mare di questo corso d’acqua, a sud di Passoscuro, per girare la celeberrima scena finale de "La Dolce Vita".

La palude salmastra che da un paio d’anni si creava prima che acqua dolce e l’acqua salata del mare venissero a contatto, oggi è un vero e proprio LAGO.
Già dieci giorni fa l’avevamo fotografato, ma in situazione di mareggiata sembrava che il mare e il bacino interno comunicassero; invece oggi lo specchio d’acqua che ormai sta occupando tutta la preziosa zona dunale antistante i tumuleti di Bocca di Leone risulta completamente separato dal mare calmo e trattiene tutta la plastica e i rifiuti portati sia dal fiume che, in precedenza, dalle onde.
Il Rio Tre Denari risulta particolarmente "gonfio" e non riesce a sfogare da nessuna parte.

Quello che nella fantasia poetica di Fellini era il "fiumicello invalicabile" è al momento scomparso.

Nella nostra ignoranza, ci è sembrato comunque pericoloso che una foce venisse ostruita in questo modo e abbiamo provveduto ad effettuare apposita segnalazione a chi di dovere (leggi).

Dopo il vergognoso articolo di stampa che lo scorso anno denigrò questo angolo di Riserva che tutti conoscono come la "Spiaggia della Dolce Vita", oggi non possiamo fare altro che rimarcare la mancanza di tutela di questi luoghi storici, di grande valenza naturalistica e, semplicemente, belli.










29/01/2018, 12:50



DA-FEBBRAIO-2018-MODIFICHE-AL-SERVIZIO-DI-RACCOLTA.-IMPORTANTE!


 Il ritiro del secco passa da due a una volta a settimana. E’ prevista l’aggiunta di nuovi servizi.



Febbraio è alle porte e si avvicinano 

i cambiamenti già annunciati.



1) DAL 12 FEBBRAIO LA RACCOLTA DEL SECCO RESIDUO SARA’ RIDOTTA AD UNA VOLTA A SETTIMANA E IL RITIRO DELLE ALTRE FRAZIONI AVVERRA’ CON UN CALENDARIO MODIFICATO RISPETTO ALL’ATTUALE. 
Sembra che i nuovi calendari siano stati spediti per posta, qui sotto un esempio di quelli che "girano in rete", nel frattempo abbiamo provveduto a chiederne copia ufficiale (vedi QUI





____________________________________________________



2) PER I CITTADINI CHE ABBIANO IN CASA NEONATI, ANZIANI E DEGENTI, CHE DEVONO QUINDI FAR FRONTE ALLO SMALTIMENTO DI PANNOLINI O PANNOLONI, E’ PREVISTA L’ISCRIZIONE PER AVERE DIRITTO A DUE RITIRI SETTIMANALI DEDICATI SPECIFICATAMENTE A QUESTA TIPOLOGIA DI RIFIUTI (QUINDI TRE IN TUTTO CON IL RITIRO DEL SECCO). QUI TROVATE IL MODULO PER L’ISCRIZIONE AL SERVIZIO.


____________________________________________________



3) E’ STATO SENSIBILMENTE INTENSIFICATO IL SERVIZIO DI ISOLE ECOLOGICHE ITINERANTI, IN PARTICOLARE A PASSOSCURO E’ PREVISTO DA UNA A DUE VOLTE AL MESE (NON DUE VOLTE ALL’ANNO COME FINO ALL’ANNO SCORSO...). APPROFITTATENE!
CLICCANDO SULL’IMMAGINE SOPRA VEDETE IL CALENDARIO COMPLETO.





Per tutti gli aggiornamenti e per la richiesta di informazioni, non dimenticate di consultare il sito ufficiale www.fiumicinodifferenzia.it










12361
ULTIME NEWS
© 2017 Passoscuro R-esiste - All Rights Reserved - Credits
big_pidipagina
CATEGORIE
ARCHIVIO
Create a website