facebook
twitter
youtube
flickr
big_bannerpassxsito

MENU' VELOCE DELLE PAGINE

PIU' VISITATE

new34yjz3h3
22 settembre  2018

CERCA NEL SITO

INSERISCI LA TUA E-MAIL E

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER:

03/02/2017, 09:13



Raddoppio-dell’impianto-AMA-di-Maccarese,-di-cosa-parliamo?


 Poche note per capire cosa succede



- Il progetto dell’impianto dell’AMA presente in Via dell’Olmazzeto, a Maccarese, nasce nel 1995.

- E’ localizzato in area 2 della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano, in territorio di bonifica.

- Entra in funzione, come IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO per il trattamento dei mercatali (i rifiuti organici derivati dalle attività dei mercati) di Roma, nel 2002.

- Come centro di compostaggio, l’impianto è autorizzato con Decreto n.36 del 10/06/2005 del Commissario delegato per l’emergenza ambientale nel territorio della Regione Lazio.

- Con D.D. n.6209 del 13.09.2010 l’Ama riceve il rinnovo per i successivi 10 anni (quindi fino al 2020) dell’autorizzazione all’esercizio ex art.210D.Lgs.152/2006 dell’impianto di Maccarese per la produzione di ammendante compostato misto da rifiuti provenienti da raccolta differenziata. 

- Il quantitativo autorizzato di rifiuti organici da sottoporre a trattamento di compostaggio è di 88 tonn. al giorno, cioè un totale di oltre 28.000 tonn. all’anno.

- L’Ama progetta il "raddoppio dell’impianto" fin dal 2005. Si capisce poi che non si tratta dell’ampliamento dell’attività di trattamento con compostaggio aerobico, ma di un mega impianto a biogas.
Cliccando sulla foto sotto potete visionare il progetto della struttura la cui costruzione è stata finora, nel frattempo, scongiurata a seguito del diniego dell’autorizzazione da parte della Provincia di Roma, a febbraio 2014.

BIOGAS AMA


- Nel 2010, nel frattempo, con Determina della Provincia di Roma n.3340 del 2010, l’impianto dell’Ama a via dell’Olmazzeto diventa CENTRO DI TRASFERENZA. Significa che i camion dell’AMA trasportano i rifiuti da Roma a Maccarese, dove vengono trasferiti su TIR più grandi che li portano nei centri di trattamento in Nord Italia (prevalentemente impianti di compostaggio anaerobico, cioè biogas...). La quantità autorizzata è di 60 tonn. al giorno, cioè un totale di circa 19.000 tonn. all’anno.

- Con D.D. n.8083 del 10/12/2012 l’Ama è  nuovamente autorizzata all’effettuazione dell’operazione di trasferenza della frazione organica da raccolta differenziata, ma il quantitativo aumenta di 6 volte.
La nuova autorizzazione prevede un quantitativo massimo di 360 tonn. al giorno, cioè un totale di circa 114.000 tonn. all’anno, dal lunedì al sabato, per la durata di mesi 9 e fino all’entrata in esercizio del nuovo impianto di compostaggio per il quale AMA ha avviato le procedure autorizzatorie.

- Con questa nuova autorizzazione si accentuano i problemi dei residenti della Via Tre Denari, cioè la strada percorsa dai mezzi per e dall’impianto Ama. Il passaggio di camion e TIR diventa insostenibile per le persone e per l’ambiente, su una strada completamente inadatta a sopportare un traffico del genere. L’immagine sotto (credits: Marcello Giuliacci) spiega la faccenda  in chiara sintesi. 
TIR VIA TRE DENARI

- Mentre le autorizzazioni per l’impianto di Maccarese, dal 2012 in poi, vengono inizialmente rinnovate ogni 9 mesi in attesa che Ama trovi una localizzazione alternativa, la situazione diventa pressoché definitiva con l’AIA (autorizzazione integrata ambientale)  Determina Regionale G08406 del 7/7/2015 (se vi va di leggerla la trovate QUI) che conferma i quantitativi autorizzati per ulteriori 10 ANNI, quindi fino al 2025.

- Mentre continuano le azioni di contrasto da parte dei cittadini, che si organizzano nel Comitato per la Salute e l’Ambiente di via Tre Denari e dintorni, e dell’amministrazione comunale che fa ricorso al Tar in opposizione all’AIA di cui sopra, arriva un po’ come una ulteriore tegola l’affermazione di Pinuccia Montanari.
La nuova assessora alla sostenibilità ambientale del comune di Roma, durante l’audizione del 31 gennaio 2017 presso la Commissione parlamentare d’inchiesta sui traffici illeciti connessi ai rifiuti, nell’illustrare  la strategia dell’amministrazione capitolina per risolvere i problemi dedicati al ciclo dei rifiuti, afferma che si sta studiando la fattibilità di nuovi impianti e di revamping di quelli già esistenti.  Tra questi, cita il RADDOPPIO DEL COMPOSTAGGIO DI MACCARESE che, secondo l’ass.ra Montanari, potrebbe passare da una capacità di trattamento di 20.000 tonn. all’anno  a 40.000 tonn. all’anno (tra l’altro numeri un po’ a caso visto che la linea di compostaggio è autorizzata già per quasi 30.000 tonn. all’anno)
Se volete ascoltare le dichiarazioni dell’assessora, qui sotto la registrazione (al minuto 31 circa per il raddoppio di Maccarese, se non riuscite a sentire andate QUI).





BIOGAS AMA










1
page_rrto
PASSOSCURO R-ESISTE LEGGE E ASCOLTA:
ULTIME NEWS
© 2018 Passoscuro R-esiste - All Rights Reserved  - Credits - Privacy Policy                                                             
big_pidipagina
CATEGORIE
ARCHIVIO
Create a website