facebook
twitter
youtube
flickr
big_bannerpassxsito

MENU' VELOCE DELLE PAGINE

PIU' VISITATE

new34yjz3h3
22 settembre  2018

CERCA NEL SITO

INSERISCI LA TUA E-MAIL E

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER:

13/03/2017, 16:09



Le-Dune-non-"scompaiono".


 Piccole precisazioni su un articolo uscito negli ultimi giorni



Ecco, quella che segue è la foto che ci è arrivata stamattina, insieme all’invito a replicare all’articolo di questo "pazzo". Ci dissociamo dal "pazzo", ovviamente. Dopo anni in cui ce ne ha dette di tutti i colori, ormai il sig. De Matteo ci fa solo sorridere e, sinceramente, ci ispira anche tenerezza, nella sua caparbia, costante e instancabile lotta nel portare avanti idee di sviluppo vecchie, obsolete, inefficaci e, fortunatamente, fuori moda. Comunque, leggete l’articolo e, di seguito, qualche doverosa osservazione e precisazione in merito, non tanto all’indirizzo di chi lo ha redatto, a cui nessuno ha fatto mai cambiare idea su nulla, ma a beneficio di chi lo legge.




1. Le Dune non "scompaiono" tra l’indifferenza generale né per incanto. Lo spianamento con mezzo meccanico delle Dune a ridosso del Rio Palidoro, che costituisce un illecito, è all’attenzione della Procura a seguito delle denunce inviate nientemeno che dagli Uffici Comunali responsabili per la gestione della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano. 

2. Il Sig. De Matteo continua a insistere sulla formazione recente del cordone dunale per sminuirne la preziosità dal punto di vista naturalistico. Premesso che le associazioni che mirano alla protezione delle dune sanno benissimo che si sono formate nel secolo scorso, questo non toglie che le stesse siano una replica esatta delle dune costiere che in epoche antiche caratterizzavano le coste del litorale romano. Sono ricche della stessa vegetazione tipica e delle stesse frequentazioni faunistiche, ovviamente al netto della odierna scellerata pressione antropica e mancanza di rispetto.

3. Sì, sulle nostre Dune, in certi periodi dell’anno, l’uomo può solo bearsi la vista ammirando il panorama. Lo fanno in tantissimi, che vengono anche da lontano, perché il panorama suddetto è BELLISSIMO.

4. E’ vero, la mancanza del piano e regolamento di gestione della Riserva in vent’anni ha fatto danni. Ma, signori, la pacchia sta per finire: il commissario Vito Consoli è in dirittura d’arrivo con il nuovo piano. Nel frattempo, ha sicuramente confermato le Dune di Passcoscuro-Palidoro tra le zone di maggior pregio a cui dedicare massima tutela.

5. Il sig. De Matteo continua a parlare di staccionata di castagno esprimendosi a riguardo del progetto di recinzione promesso dall’Assessore Ezio di Genesio Pagliuca. Staccionata di castagno? E’ ovvio che non ha idea di cosa parli, non abbia mai visionato il progetto e non abbia idea di quali siano le prospettive future. Ah, finalmente è arrivato il nulla osta del Demanio Regionale, ultimo documento necessario da parte di enti esterni; manca una firma alla determina di impegno e la recinzione si fa, eh!

6. Sì, i new jersey sono stati un fallimento. D’altronde ironizzare sui divieti che vigono in zone protette, come se gli stessi fossero un sopruso per chi è abituato a far quel che vuole, in qualche modo giustifica comportamenti illeciti reiterati. E’ quello che fa questo articolo, ahinoi.

7. Occhio che l’erosione delle coste sta colpendo zone sempre più a sud rispetto alla foce del Tevere, e nessuno sa per certo quali saranno le conseguenze se addirittura vedrà luce il progetto del porto commerciale a Fiumicino. Per fortuna  i cordoni dunali sono la migliore, imbattibile, barriera naturale proprio contro l’erosione, a differenza dei chioschi.

7. Certo che Passoscuro potrebbe diventare una vera località turistica. Ma è una piccola deliziosa località con enormi potenzialità e una storia. Insistere per farla somigliare a Rimini, a Forte dei Marmi o a Ibiza, invece di sfruttarne le vere ricchezze e seguire il trend mondiale che vede in crescita i numeri del turismo naturalistico, è da miopi.

Tanto era dovuto! :-)

P.S.
Per chi, invece di concentrarsi sui contenuti, ha voluto intuire un’offesa da parte nostra nei confronti del Sig. Nicola De Matteo, ribadiamo: niente ipocrisie da parte nostra e anche niente ironie. Succede evidentemente che chi non sa bene chi sia lo percepisca "pazzo", dalle parole che fa pubblicare; per noi non è pazzo, è una persona di una lucidità incredibile e di una tenacia invidiabile. Purtroppo la sua visione del mondo si discosta dalla nostra e su questo non possiamo farci niente, se non tentare di rettificare alcune inesattezze che diffonde. Ribadiamo anche che nella nostra affermazione di tenerezza non c’è alcuna ironia e alcun sarcasmo: chi frequenta Passoscuro e chi incrocia il sig. De Matteo negli ultimi può ben capire i nostri sentimenti. Non c’è altro.




1
page_rrto
PASSOSCURO R-ESISTE LEGGE E ASCOLTA:
ULTIME NEWS
© 2018 Passoscuro R-esiste - All Rights Reserved  - Credits - Privacy Policy                                                             
big_pidipagina
CATEGORIE
ARCHIVIO
Create a website