facebook
twitter
youtube
flickr
big_bannerpassxsito

MENU' VELOCE DELLE PAGINE

PIU' VISITATE

new34yjz3h3
22 settembre  2018

CERCA NEL SITO

INSERISCI LA TUA E-MAIL E

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER:

05/07/2014, 10:12



LE-DUNE-E-LA-TORRE-DI-PALIDORO.


 Visita gratuita alla Torre, dune di Palidoro e antica villa romana sul mare, con il CEA.



Domenica 07 luglio
Torre, dune di Palidoro e antica villa romana sul mare.
Ampio panorama con siti di grande interesse

Appuntamento: Ore 17.00 Parcheggio dipendenti Ospedale Bambin Gesù Palidoro

La Torre di Palidoro fu eretta sulla costa durante il periodo delle invasioni Saracene a difesa del castello omonimo. Si tratta di una massiccia costruzione a 4 piani eretta sui ruderi di una grossa villa romana, le cui strutture affiorano appena sulla duna che le ricopre. Fa parte del cordone di torri costiere realizzato nei secoli VIII e IX, dunque in pieno Medioevo, contro le continue scorrerie dei Saraceni provenienti dal mare. Da queste torrette partiva un segnale luminoso che veniva inviato alle torrette più interne e da qui l’allarme giungeva fino ai fortilizi disseminati in campagna ed a quelli in città. La torre di Palidoro è a vista con il castello Odescalchi di Palo e dista circa 7,5 km dalla torre Primavera di Fregene. Accanto alla torre è stato eretto il monumento a Salvo D’Aquisto, eroe della Resistenza, che qui fu trucidato dai tedeschi nel 1945 salvando la vita a numerose persone (1). Andando dalla torre al mare si incontra la foce del Rio Palidoro e spostandoci lungo la costa verso nord troviamo un interessantissimo sistema dunale che arriva ininterrotto fino a Palo. Si guada il fosso Cupino e si arriva ai ruderi di S.Nicola, con i resti di un’importante villa romana di età Imperiale. Le dune sono rilievi sabbiosi accumulati dal vento che si sviluppano parallelamente alla linea di costa evengono stabilizzate dalla vegetazione. I sedimenti che le costituiscono sono stati portati in mare dal fiume Tevere e distribuiti dalle correnti marine, in forma di cordoni litoranei, dapprima sommersi, poi emersi. Quando la duna costiera viene stabilizzata dalla vegetazione costituisce una formidabile difesa contro l'erosione del litorale. L'ambiente dunale è ben conservato e presenta rilievi meno elevati rispetto alle dune situate a Sud del Tevere. La vegetazione è ricca soprattutto di gigli di mare, da segnalare la presenza della santolina delle spiagge, rara sul Litorale della Riserva.
Visita gratuita grazie al contributo della Città di Fiumicino

Per  la visita  è obbligatoria la prenotazione al n. 06 50917817 (lun.-merc.- ven. e sabato ore 9.30-12.30)  oppure ai cellulari: 347 8238652  o 327 4564966.
Si può anche prenotare via mail all'indirizzo:
cealitorale5@gmail.com
scrivendo all'oggetto la parola "PRENOTAZIONE" ed indicando:
nome e cognome
un recapito telefonico
e la visita prescelta.
E' richiesta la comunicazione anche del numero di targa della vostra auto, necessario per il permesso di accesso al parcheggio dell'Ospedale.


La prenotazione sarà valida al ricevimento della conferma.


DOVE SONO LE DUNE DI PALIDORO E IL PARCHEGGIO DEL BAMBIN GESU'.


1
page_rrto
PASSOSCURO R-ESISTE LEGGE E ASCOLTA:
ULTIME NEWS
© 2018 Passoscuro R-esiste - All Rights Reserved  - Credits - Privacy Policy                                                             
big_pidipagina
CATEGORIE
ARCHIVIO
Create a website